fbpx

Buche sulle Strade: come chiedere un risarcimento danni.

 Buche sulle Strade: come chiedere un risarcimento danni.

buche sulle strade – da leccesette.it

Le buche sulle strade sono un enorme problema per le ruote e non solo.

Lo sappiamo, abbiamo ricevuto moltissimi messaggi quando parlavamo dei controlli alle gomme relativi al piano “Vacanze Sicure”, le buche sulle strade sono un tema da voi particolarmente sentito.

Il succo era sempre lo stesso: loro controllano che i nostri pneumatici siano “a posto”, ma le strade chi le controlla? Sono dei groviera, se non dei campi di battaglia e spesso le buche sono profonde al punto da arrecare danni.

buche sulle strade
buche sulle strade – da leccesette.it

Rotture di gomme e cerchi in primo luogo, ma a volte anche ad ammortizzatori e semiassi.

E a farne le spese gli automobilisti, i centauri ed anche i pedoni.

Chi ne risponde? L’ente proprietario della strada ossia, almeno nelle città, il Comune d’appartenenza. E’ più raro, ma non certo impossibile, che le strade extraurbane abbiano buche profonde al punto da far danni alle macchine o alle moto. Certo però, soprattutto parlando di motociclisti, una buca seppur non profonda nel bel mezzo di una curva può far perdere il controllo.

Cosa fare quindi?

Fermatevi immediatamente. Verificate eventuali danni e, se potete, chiamate la polizia municipale o stradale.

GommeMigliorPrezzoSe riuscite ad avere un verbale sarà utile per provare l’incidente e le cause dello stesso. Ma anche nel caso non possiate chiamare le forze dell’ordine, se ci sono dei testimoni chiedetene i dati identificativi: saranno importanti per confermare il sinistro. E non dimenticate mai di fotografare la buca ed il luogo circostante, in maniera da poterlo identificare in maniera univoca. Nel caso ci siano lesioni fisiche, seppur non gravi, recatevi sempre al pronto soccorso.

Il passo successivo è quello di farsi fare un preventivo di riparazione. Nel caso il veicolo sia immobilizzato a causa del danno alle ruote o alle sospensioni e vi sia indispensabile farvelo riparare subito fatevi inserire in fattura le riparazioni fatte nella maniera più esplicita possibile.

A questo punto potete inviare per raccomandata A/R o a mano la richiesta di risarcimento del danno all’ente locale proprietario della strada (in genere il comune). Ovviamente con il preventivo dei danni (o la fattura) e tutta la documentazione per provare che la buca non era segnalata. Ossia le foto scattate, i verbali, le generalità di eventuali testimoni, ecc.

Da questo momento la Pubblica Amministrazione attiva la polizza di responsabilità civile verso terzi.



Un tempo per concedere il risarcimento era richiesto anche che l’anomalia sulla strada fosse anche collocata in modo da non essere percepibile. Sulla base di questo orientamento (che oggi non è più accolto) il danneggiato avrebbe dovuto dimostrare oltre alla dinamica del fatto anche la difficoltà nella percezione del pericolo. Una prova particolarmente complessa da fornire specie nei casi in cui l’unico testimone del fatto era il danneggiato stesso.
Oggi, invece, è generalmente riconosciuto che la responsabilità per il sinistro sia comunque dell’Ente proprietario della strada.

Alle strade va fatta manutenzione, visto che purtroppo così non è, è giusto che facciate valere i vostri diritti e vi facciate rimborsare i danni.

Articoli Correlati

Fai un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.