fbpx

Controllo Pneumatici – Operazione Vacanze Sicure 2018

 Controllo Pneumatici – Operazione Vacanze Sicure 2018

controllo pneumatici

Anche quest’anno inizia l’operazione di controllo pneumatici “Vacanze Sicure” promossa da PneumaticiSottoControllo e dalla Polizia Stradale.

Inizia oggi, 20 aprile 2018 la campagna giunta alla 15ma edizione. Quest’anno saranno nel mirino gli automobilisti di sette regioni: Lombardia, Veneto, Liguria, Lazio, Umbria, Abruzzo e Molise.

Gli agenti parteciperanno prima ad un’attività formativa con l’aiuto di Assogomma e Federpneus e successivamente svolgeranno le verifiche sulle strade.

controllo pneumatici
controllo pneumatici

Negli ultimi anni sono stati constatati risultati molto positivi in fatto di sensibilizzazione degli automobilisti sull’importanza delle condizioni delle gomme della propria auto.

Quest’anno verranno effettuati circa 10000 controlli a partire dal 20 aprile fino al 31 maggio. Gli agenti della stradale controlleranno:

I dati verranno raccolti ed elaborati dal politecnico di torino che presenterà i risultati della ricerca a luglio, prima dell’esodo estivo.

Webpneumatici ADV

Nel comunicato stampa pubblicato su pneumaticisottocontrollo.it Giovanni Busacca, Direttore del Servizio Polizia Stradale dice:

“Grazie all’iniziativa Vacanze Sicure continuiamo a richiamare l’attenzione degli utenti sull’importanza di una attenta e programmata manutenzione del veicolo. Pneumatici in primo luogo, dal momento che viaggiare con gomme in perfetto stato di efficienza è una condizione imprescindibile per la sicurezza dei nostri spostamenti. Mettersi alla guida con pneumatici lisci, danneggiati, non conformi, espone i conducenti ad un elevato rischio di incidente stradale e costituisce un gesto di irresponsabilità che si riflette negativamente anche su tutto il sistema della circolazione. Di cui tutti noi siamo parte integrante.

I controlli confermano purtroppo che sono ancora molti i veicoli non in regola. Gli strumenti che abbiamo a disposizione per contrastare questa pericolosa tendenza e per garantire la sicurezza della circolazione sono: una mirata informazione, un’attività di prevenzione, frequenti e mirati controlli ed un approccio culturale al tema secondo una prospettiva che parli di “legalità sulle strade”. E’ importante far comprendere che non si tratta solo di evitare la sanzione pecuniaria, ma in gioco vi è la nostra e l’altrui sicurezza”.

La manutenzione dell’auto, e quindi degli pneumatici è sempre importante, a maggior ragione visto che le strade italiane sono spesso trascurate, ondulate e piene di buche.

Pertanto ricordiamo a tutti di tenere sotto controllo le gomme della vostra auto: sono l’unico mezzo di contatto tra la vostra macchina ed il terreno!




Oggi, dichiara Fabio Bertolotti, direttore di Assogomma, oltre il 52% degli automobilisti circola con una pressione di gonfiaggio delle gomme inferiore a quella corretta.

“un problema di sicurezza in quanto il veicolo trasmette insicurezza di guida per alterato comportamento e, con le alte temperature, il pneumatico si può surriscaldare sino al suo cedimento strutturale, ovverosia al suo scoppio. Inoltre, un pneumatico sgonfio produce un inutile danno all’ambiente in quanto fa aumentare i consumi di carburante fino al 15% e produce una usura disomogenea del pneumatico che dovrà essere sostituito precocemente. I pneumatici vivono d’aria e l’aria non costa nulla ma è fondamentale per garantire le loro ottimali caratteristiche prestazionali.”

Ricordiamo che dal 1° novembre 2014 l’Unione Europea ha reso obbligatorio il TPMS sulle auto nuove, per avere sempre la pressione di gonfiaggio delle gomme sotto controllo.

I controlli di “Vacanze Sicure” vengono effettuati in concomitanza del periodo di cambio gomme estive previsto per legge tra il 15 aprile ed il 15 maggio.

Rimandiamo all’articolo ad hoc, ma vi ricordiamo che dal 16 maggio non si potrà circolare fino al 14 ottobre con gomme invernali m+s che abbiano codice di velocità inferiore a quello previsto nel libretto di circolazione della vostra auto. L’infrazione viene sanzionata con una multa e con il fermo del veicolo.

Articoli Correlati

Fai un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.